...e là, verso mezzogiorno, appollaiato un poco sottovento, Collearfuso dalla gaia voce e dai vecchi tetti, tra l´argento dell´ulivo e il rosso del Sagrantino d´autunno, spia l´intera vallata.

...e là, verso mezzogiorno, appollaiato un poco sottovento, Collearfuso dalla gaia voce e dai vecchi tetti, tra l´argento dell´ulivo e il rosso del Sagrantino d´autunno, spia l´intera vallata.

...e là, verso mezzogiorno, appollaiato un poco sottovento, Collearfuso dalla gaia voce e dai vecchi tetti, tra l´argento dell´ulivo e il rosso del Sagrantino d´autunno, spia l´intera vallata.

...e là, verso mezzogiorno, appollaiato un poco sottovento, Collearfuso dalla gaia voce e dai vecchi tetti, tra l´argento dell´ulivo e il rosso del Sagrantino d´autunno, spia l´intera vallata.

...e là, verso mezzogiorno, appollaiato un poco sottovento, Collearfuso dalla gaia voce e dai vecchi tetti, tra l´argento dell´ulivo e il rosso del Sagrantino d´autunno, spia l´intera vallata.

...e là, verso mezzogiorno, appollaiato un poco sottovento, Collearfuso dalla gaia voce e dai vecchi tetti, tra l´argento dell´ulivo e il rosso del Sagrantino d´autunno, spia l´intera vallata.

 

L’azienda agraria Brunozzi è una piccola realtà agricola a conduzione familiare, si trova nel Comune di Montefalco(PG), a ColleArfuso, un  piccolo ed antico borgo rurale che si affaccia sulla vista della piana spoletina.

Dista un chilometro e mezzo dal centro storico di Montefalco, la Ringhiera dell’Umbria, ed è spesso inserito nei percorsi di passeggiate a cavallo o a piedi.

Secondo documenti storici probabilmente coincide con Colle Grimaldesco, stanziamento del re Grimoaldo, diventato nel 664 signore del Ducato di Spoleto (S. Nessi, ”Le origini del Comune di Montefalco”  1977  p. 56-57).


DA MONTEFALCO… PARTENDO DALLA RINGHIERA DELLA ROCCA, CAMMINANDO FINO A COLLEARFUSO

Montefalco(473 m.s l m ),la bella Ringhiera dell’Umbria da dove ogni volta che ci si affaccia, la vastità del suo panorama  è tale che è come se lo si vedesse per la prima volta. E dalle mura della Rocca salendo verso piazza subito a sinistra troviamo la Chiesa –Museo di San Francesco (costruita tra il 1336-1340), dove gli importanti e splendidi affreschi di Benozzo Bozzoli, del pittore montefalchese Francesco Melanzio e di altri artisti del ‘400 e del ‘500 rapiscono gli occhi e l’anima dei tanti turisti. Interessanti da visitare anche i sotterranei dove si trovano